fbpx

Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore 2020

Qual è la Capitale Mondiale del libro quest’anno e come si svolgeranno gli eventi di promozione della lettura in questo particolare periodo storico?

Istituita dall’UNESCO nel 1996, la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore si svolge ogni anno il 23 aprile, giorno scelto per commemorare la scomparsa di tre grandi scrittori della letteratura e pilastri della cultura universale: William Shakespeare, Garcilaso de la Vega e Miguel Cervantes, deceduti nel 1616.

Nata in Catalogna e conosciuta in Spagna anche come Festa delle Rose, in questa giornata, che corrisponde anche con la festa patronale della Catalogna dedicata a San Giorgio, come da tradizione gli uomini regalano una rosa alle proprie donne, così come i librai catalani omaggiano i clienti con una rosa per ogni libro comprato.

La capitale mondiale della Giornata Mondiale del Libro 2020 è Kuala Lumpur, città affascinante e multiculturale della Malaysia.

Quest’anno, 2020, la celebrazione si svolgerà in modi differenti, data l’emergenza sanitaria da Covid-19. Sono state organizzate, per l’occasione, diverse maratone, iniziative, progetti culturali ed eventi in streaming per celebrare la passione per la lettura, i libri.

L’importanza dei libri durante la quarantena.

Come sono cambiate le abitudini dei lettori e dei non lettori durante queste settimane di quarantena forzata?
La gestione del tempo oggi è scandita in modo differente: più lenta, più consapevole, e più tranquilla. Leggere un libro, adesso, può avere un valore più forte di quanto ne avesse fino a poche settimane fa, acquistando un valore terapeutico dovuto al piacere tattile dello sfogliare i libri e dell’immergersi in una storia tutta da immaginare.

Dunque, sostituiamo le solite e scontate brevi letture da social media, approfittiamo di questi giorni per rispolverare un libro lasciato a metà sulla scrivania, oppure i vecchi fumetti riposti nei cassetti. Se non siete lettori forniti, approfittate della comodità di un e-book. Le letture proposte sono davvero tante, dai grandi classici ai contemporanei.

 

Polonio: Che cosa state leggendo, mio signore?
Amleto: Parole, parole, parole.
(William Shakespeare – Amleto)

 

Abbi il passo lento, parla pacatamente, ma non in modo che paia che tu ascolti te stesso: ogni affettazione è cattiva.
(Miguel de Cervantes – Don Chisciotte della Mancha)

Scritto nella mia anima è il tuo gesto, e quanto ti scrivo che desidero; l’hai solo scritto, l’ho letto così da solo, che anche in te continuo a esserlo.
(Garcilaso de la Vega – Sonetto V)

 

Enza Fagnano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.