fbpx

Segnalazioni letterarie #3

Terza infornata di segnalazioni letterarie che, secondo noi, meritano attenzione.

*

 

Partiamo con due grandi nomi molto attesi

Il primo è il rumeno Mircea Cărtărescu che torna con le quasi mille pagine di Solenoide (IlSaggiatore, pp. 944, 29,00 € )

Riportiamo dal sito dell’editore:

Dentro una strana casa a forma di barca uno scrittore fallito consuma la vita creando pianeti nella propria testa, annotando sogni e incubi su un diario folle, vagando con la mente per una Bucarest allucinata, pulsatile, ectoplasmatica. Divenuto professore di romeno in una scuola di periferia, lavoro che detesta e ripudia, in quel tetro edificio conosce figure che diventano per lui punti di riferimento: un matematico che lo inizia ai segreti più reconditi della sua materia, gli adepti di una setta mistica che organizza manifestazioni contro la morte nei cimiteri della città e infine Irina, la donna di cui si innamora. In un delirio abbacinante di immagini assurde, lo scrittore tenta disperatamente di sfuggire alla tirannia dei nostri cinque sensi e di accedere a un’altra dimensione dell’esistenza.

Solenoide è il capolavoro di Mircea Cărtărescu, l’opera monumentale che ingloba e fagocita tutte le precedenti, restituendoci la totalità del suo pensiero e l’eccezionalità della sua scrittura, la quale ricorda Kafka, Borges, Pynchon, Bolaño. C’è qui l’impronta di un visionario, un profeta che ci svela in tutta la sua evidenza la «cospirazione della normalità», la gabbia che il nostro cervello ha costruito per noi. Perché per Cărtărescu la realtà è un carcere e noi, come il protagonista di questo libro, abbiamo il dovere di evadere, di cercare, anche a rischio di impazzire, un’altra verità. Solenoide, è questa la sua grandezza, apre uno squarcio e illumina la via di fuga.

«Tutti veniamo al mondo da un terrificante abisso senza memoria, soffriamo incredibilmente sopra un granello di polvere del mondo infinito e periamo poi, in un nanosecondo, come se non fossimo mai vissuti, come se non fossimo mai esistiti.»

Il secondo autore che in Biblon amiamo particolarmente è il bulgaro Georgi Gospodinov che torna al romanzo con Cronorifugio (Voland, pp.320, 19,00 € ).

Riportiamo dal sito dell’editore:

Gaustìn, un bizzarro personaggio che vaga nel tempo, inaugura a Zurigo una “clinica del passato” dove accoglie quanti hanno perso la memoria per aiutarli a riappropriarsi dei loro ricordi. Ogni piano dell’edificio riproduce nei dettagli un decennio del secolo scorso, e la prospettiva di un confortevole rifugio dal presente finisce per allettare anche chi è perfettamente sano. In Europa intanto viene indetto il primo referendum sul passato e la campagna elettorale si fa ben presto movimentata… Il nuovo, attesissimo romanzo di Georgi Gospodinov ci porta a Zurigo, Sofia, Vienna, Sarajevo, Brooklyn, e in altri luoghi e tempi, e ci mette di fronte a tutta l’incertezza del futuro, mescolando satira e nostalgia, storia e ironia, in un irresistibile viaggio nello sconfinato continente di ieri.

 

Cambiando genere e periodo storico, ecco il nuovo titolo della bella collana Settemari delle Edizioni Haiku

STORIA GENERALE DEI PIRATI VOL. 4 – PIRATI E PIRATESSE DEI CARAIBI del Capitano “Charles Johnson”/ Daniel Defoe (Edizioni Haiku, pp.126, 10,50 € )
Traduzione e curatela di Flavio Carlini
Riportiamo dal sito dell’editore:
La Storia generale dei pirati (1724), sia essa veramente opera del celeberrimo scrittore Daniel Defoe (1660 – 1731) oppure del fantomatico capitano “Charles Johnson”, è un testo controverso, caposaldo della letteratura di genere, un documento essenziale per la comprensione di usi e costumi dei marinai nell’età dell’oro della pirateria.
Per la collana Settemari, rinasce in una veste nuova, una riedizione inedita strutturata in una
serie di volumi dedicati ai protagonisti che l’opera originale racconta, con una moderna traduzione a cura dello scrittore Flavio Carlini e degli approfondimenti biografici e bibliografici. Parlare di pirati dei Caraibi rimanda ormai inevitabilmente a un immaginario fatto di bende sugli occhi, orecchini, abiti sgargianti, capitani furiosi che gridano insulti contro marinai indolenti e immancabili tesori sepolti. In questo quarto volume, abbiamo l’occasione di indagare sui veri volti di pirati e piratesse dei Caraibi esaminando le storie e disavventure di ben cinque personaggi, ognuno rappresentante del proprio specifico modo di incarnare questo peculiare stile di vita.
Redazione

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.